The Lab's Quarterly, 2008, n. 1

Page 142

Il Trimestrale. The Lab's Quarterly, 1, 2008 142

cun effetto. I principali effetti psichici del-l’assunzione dell’eroina sono una sensazione immediata di benessere e di estraneazione dall’ambiente circostante. La dipendenza prodotta da tale sostanza, se iniettata per via endovenosa, è molto forte e prolungata nel tempo.141 Degli “stimolanti” fanno parte, invece, la cocaina, il crack e la pasta di coca. La cocaina e la pasta di coca si presentano sotto forma di polveri fini, biancastre con un odore caratteristico, il crack invece ha una forma simile a piccole scaglie di sapone. L’assunzione di tali droghe conduce all’alterazione dell’ap-parato sensoriale e percettivo comportando perdita dell’appetito, diminuzione della percezione di fatica fisica e mentale. Tali sostanze stimolano il sistema nervoso centrale producendo inizialmente effetti apparentemente positivi: miglioramento delle capacità lavorative, delle performances sessuali e della abilità retoriche, ma sono effetti che anticipano uno stato di cose totalmente opposto. Presto, infatti, siffatte assunzioni provocano perdita di concentrazione, del controllo, aggressività e malumore. Tutto ciò a fronte di un problema che cresce parallelamente alla necessità sempre maggiore di dosi che il corpo esige. Un’altra tipologia di droghe pesanti è quella delle cosiddette “nuove droghe” che sono prodotte in laboratorio in forma sintetica: lsd, anfetamine ed ecstasy. L’lsd e l’ecstasy sono allucinogeni molto potenti che non hanno nessun utilizzo in campo medico; producono un repentino cambiamento della personalità rendendo il soggetto o euforico o malinconico, ciò dipende dalle caratteristiche del consumatore. L’effetto allucinogeno di tali droghe dura 8-12 ore, dopo le quali si riprende il contatto con la realtà. L’utilizzo prolungato di tali sostanze instaura una forte dipendenza psichica che conduce a una incapacità nella gestione dei normali rapporti con il mondo esterno poiché il contatto con la realtà viene completamente falsato. A livello sociologico appare particolarmente significativo evidenziare la distinzione tra consumatore occasionale e tossicodipendente; l’assunzione di stupefacenti per il consumatore occasionale non presenta particolari conseguenze di ordine sociale, il soggetto non perde la capacità di essere membro attivo all’interno delle comunità di appartenenza e, pertanto, è capace di convivere con l’assunzione della sostanza senza che questa intervenga negativamente nelle attività quotidiane e nelle sue relazioni so141

S. Piccone Stella, Droghe e tossicodipendenze, Bologna, il Mulino, 20022.


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.