The Lab's Quarterly, 2008, n. 1

Page 180

Il Trimestrale. The Lab's Quarterly, 1, 2008 180

ricolo, come minaccia per la propria etnia, cultura, lingua e integrità nazionale. La religione diviene il software delle subsocietà, conferendo l’ultimo residuo di sicurezza, senso di appartenenza e storia condivisa. Per l’islamismo è il codice genetico della “Jihad” contro il “Grande Satana” americano e i suoi alleati. In nome della religione per la conquista del potere del mondo musulmano contro gli occidentali infedeli - si può, e ci si può, uccidere.

2. Globalizzazione e incertezza

Nella lunga intervista intitolata Sulla Guerra e Sulla Pace (2003), rilasciata E. Mendieta, Habermas sviluppa la sua analisi sul terrorismo fondamentalista, essenzialmente, attraverso due argomenti, sottolineando la differenza, non solo concettuale, tra la rete del terrore di Al Qaeda dal terrorismo delle organizzazioni politico nazionalistiche, e tematizzando il significato di quel mostruoso crimine, quale è l’undici settembre del quale occorre chiedersi se possa essere considerato un atto politico sensato. È opportuno precisare, sin da subito, che contrariamente a quanto afferma il sociologo tedesco, io ritengo che l’attentato delle Twin Towers sia un mirabile atto di strategia politica nell’ambito della politica della strategia del terrore in quanto esso ha minato il quotidiano della nostra vita comune rendendo ancor più incerta la già incerta società dell’incertezza. Come sottolinea Raffaello Ciucci in La Sicurezza come Sfida Sociale (2004): «la società dell’incertezza genera e riproduce insicurezza in quanto non riesce a garantire percorsi sociali prevedibili e controllabili: un lavoro relativamente stabile, un’abitazione adatta alle disponibilità di reddito e alle esigenze di mobilità, un sistema di protezioni sociali sanitarie e previdenziali capace di tutelare gli individui di fronte all’irrompere di eventi negativi e una rete di relazione sufficientemente affidabili nell’arco dei corsi di vita sempre più lunghi e ad un tempo sempre meno “lineari”. A fronte di queste carenze di sistema che vanno consolidandosi, l’individuo si trova con una crescente libertà di scelte e decisioni, che tuttavia invece di conferire sicurezza genera ansia e condotte difensive. La vulnerabilità è una condizione di esposizione strutturale all’instabilità lavorativa, istituzionale, relazionale di individui formalmente


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.