The Lab's Quarterly, 2008, n. 1

Page 194

Il Trimestrale. The Lab's Quarterly, 1, 2008 194

segnamenti “suggestivi”? No, ovviamente. Fatta eccezione nel caso in cui non venga concretamente dimostrato che i contenuti degli insegnamenti racchiudevano in sé caratteristiche sovversive. E sulla base di quali parametri possono essere individuati prima, e misurati poi, questi contenuti? Sempre secondo la vigente legislazione, l'intervento repressivo penale può essere attuato in forza dell'Art. 305 che prevede la cospirazione politica mediante associazione, con l'Art. 306 (banda armata) e l'Art. 307 (assistenza ai partecipi di cospirazioni o di banda armata). La normativa relativa al terrorismo prevede come reato l'associazione con finalità di terrorismo (Art. 270 bis Cod. Pen.), e prevede l'attentato per finalità terroristiche (Art. 280 Cod. Pen.). Una legge relativamente recente, che ha visto la luce il 25 Gennaio 2006 (Ddl S3538) riformula diversi articoli del Codice Penale nell’ottica di un concetto-nozione collegato alla volontà di menomare l'indipendenza o l'unità dello Stato (Art. 241 Cod. Pen.), alla sovversione con violenza degli ordinamenti economico-sociali e alla soppressione violenta dell'ordinamento politico e giuridico dello Stato (Art. 270 Cod. Pen.). La nuova legge, che pone particolare attenzione ad evitare motivi o pretesti religiosi per il terrorismo, ha pertanto modificato il titolo (IV°, Parte II°) “Delitti contro la religione dello Stato e i culti ammessi” in “Delitti contro le confessioni religiose”, modificando, in conseguenza, gli Artt. 402 e seguenti con riferimento alle confessioni religiose in genere. Più nel dettaglio il mezzo di contrasto contro il terrorismo religioso è l'Art. 3 (L. 654/1975 Mod. 25/1/2006) che punisce con la reclusione o la multa non soltanto la propaganda di idee sulla superiorità o odio razziale o etnico, ma anche “chi istiga a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi”. Proprio nella sua capacità di intervenire in fase prodromica la norma si rivela estremamente complessa e delicata, riportando - per essere certi di agire secondo principi democratici e costituzionali - alla questione della definizione operativa di concetti come istigazione, cospirazione e concorso esterno.


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.