The Lab's Quarterly, 2008, n. 1

Page 23

Il Trimestrale. The Lab's Quarterly, 1, 2008

23

rica sull'impiego diretto di funzioni di appartenenza formalizzate permetterebbe la fuzzificazione di concetti applicati su insiemi con un grande numero di elementi, senza la necessità di una conoscenza pregressa dell'intera popolazione di riferimento come invece avviene nelle analisi comparativistiche su n piccoli. C'è un ampio dominio di possibili applicazioni che al momento è poco esplorato; è quello nel quale l'insieme fuzzy può essere impiegato in un percorso di tipo bottom-up, dal basso verso l'alto, nel quale cioè gli insiemi fuzzy siano espressione di costrutti operati inizialmente a livello degli attori sociali e successivamente sintetizzati da un osservatore; in questo senso l'insiemistica fuzzy può permettere la formalizzazione logica di costrutti concettuali che hanno sede ontologica preferenziale nelle intenzioni comunicative degli attori sociali, e che atti interpretativi del ricercatore possono astrarre a livello aggregato da particolari contesti individuati (sottoinsiemi della società nel suo complesso spazialmente e temporalmente definiti). Un conto è la trasformazione in insieme fuzzy di un termine corrispondente a un concetto individuato a livello teorico - "responsabilità sociale aziendale", "democrazia occidentale", che si vuole identifichino un referente nel mondo esterno indipendentemente dai costrutti degli attori sociali quotidianamente impegnati nella costruzione delle reti di relazioni sociali che sostanziano queste astrazioni teoriche. In questo senso l'attribuzione deipunteggi di appartenenza fuzzy secondo procedure, meglio se esplicite, ma che rimandano al parere del ricercatore e alle sue conoscenze pregresse, sono utili e quasi inevitabili. Ma se il concetto impiegato nella costruzione di una teoria sociale, o nella descrizione o spiegazione di un singolo fenomeno, è riconosciuto nella sua natura complessa, sfuggente, continuamente ridefinita nelle singole interazioni linguistiche-sociali che costituiscono l'operato degli attori sociali, allora possono essere necessari dei metodi differenti di costruzione della funzione di appartenenza ad un insieme fuzzy, che tengano conto della natura dei concetti sociologici di costrutti di secondo livello nella determinazione soggettiva del ricercatore. Givigliano (1999) ed Ampola (2000) hanno approfondito rispettivamente le implicazioni epistemologiche e le implicazioni metodologiche di un approccio fuzzy alle scienze sociali condotto in maniera rispettosa della multidimensionalità della ricerca sociale e della natura interpretativa dei costrutti te-


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.